1.3 - Cos'è una Food Forest

Una Food Forest è un sistema che, ispirandosi al bosco, cerca di produrre il massimo di cibo, fibre e legna da ardere, per soddisfare i nostri bisogni. Noi la chiamiamo Food Forest, perché richiama il concetto di cibo, ma in realtà ci sono altre funzioni altrettanto importanti.

Oltre a noi e alle piante nella nostra foresta ci sono altri esseri che hanno bisogno di alimentazione e ricovero e sono parte funzionale di questo sistema, che dev'essere un ambiente in equilibrio. Quindi dobbiamo considerare anche animali, micro organismi e macro organismi che fanno parte di questo sistema complesso.

Ci sono diverse definizioni che si possono dare: in inglese si usa Forest Gardening o Forest Garden.

Garden, che noi di solito traduciamo come giardino, in realtà significa anche orto. In italiano con giardino intendiamo solo il bello, l'estetica, e non intendiamo invece il cibo (orto), in inglese invece è un termine solo che racchiude i due significati, le due funzioni.

Quindi possiamo tradurre come foresta di cibo o anche giardino commestibile. Il concetto è far riferimento a un sistema complesso, dove abbiamo produzione di alimenti per noi, che siamo artefici di questa di questa foresta.

È importante specificare che questo non ha bisogno di essere coltivato con interventi continui come l'orto, dove noi andiamo a coltivare ogni anno, ripetendo le operazioni di semina e trapianto. L'idea di Food Forest è un sistema permanente, dove andiamo a piantare delle piante da frutto e anche piante erbacee, ma privilegiando le specie perenni o perennanti (ovvero quelle che permangono più anni e quelle che si auto riproducono).

Come tutti i boschi non si tratta di sistemi statici, quindi ci saranno piante che muoiono e piante che nascono. Si interverrà tagliando una pianta secca, andando a piantare e trapiantare una nuova pianta o integrando dove vedo che si creano spazi più aperti, posso intervenire anche con un minimo di manutenzione, magari annuale.

La manutenzione intesa come potature, trattamenti, interventi continui, come quella che faccio in orto e frutteto, non fa parte del concetto di Food Forest.

La Food Forest nasce per autoconsumo, per soddisfare il fabbisogno che può avere una famiglia, o un gruppo di persone. Si distingue dalla produzione per ottenere un reddito, questo si riflette nella scelta delle piante, delle varietà, nei sesti d'impianto e in tutte le tecniche di potatura e coltivazione.

Poi se io ho un eccesso di produzione, ecco che potrò integrare il mio reddito o capire come utilizzare il surplus.

Da sempre l'essere umano è stato fortemente connesso con l'ambiente e con la natura, negli ultimi decenni, abbiamo aumentato il divario tra attività antropiche e ambiente. E purtroppo ne stiamo vedendo i risultati.

Dobbiamo considerare le piante come esseri viventi, in stretta connessione con noi esseri umani.

Vorrei trasmettere un altro approccio nei confronti delle piante. Noi dipendiamo dai vegetali molto più di quanto immaginiamo, il rispetto per questi esseri viventi è importante. Fare un giardino puramente estetico può essere anche bello ma risulta molto artefatto. Dobbiamo recuperare la bellezza dei sistemi naturali e la Food Forest va in quella direzione.


Discussion

12 comments